Ortociclone ha una storia recente
ma a dir poco intensa.
Nasce quasi per gioco dopo l’invito
MusicalZOO 2016 nei panni di
un “Ortociclo rivisitato”.
L’idea era quella di proporre alla folla
della frutta sotto forma di longdrink.
Gli estratti corretti andarono alla
grande rallegrando gli animi di tutti
(da qui il suffisso ciclone).
L’inverno successivo andò in letargo
rinascendo poi con l’edizione di MZOO 2017.
Da lì in poi si scatenò l’inferno
(meglio dire il paradiso) Ortociclonico!

Non mi sarei mai aspettato di
partire distribuendo
quasi timidamente frutta
e verdura a domicilio
by cargobike e di finire in una cucina a
creare preparazioni per
centinaia di persone.
Non me lo sarei mai aspettato ma è così…
ed è BELLISSIMO!

Mi chiamo Andrea Morandi e non riesco
a tenere ferma la mente. Quattro/Cinque anni fa
mi ritenevo una persona con un quoziente
creativo veramente limitato. Ora il problema è l’opposto.
Non so più come gestire il flusso di idee,
emozioni, stimoli. Creare è diventata una malattia.
Non posso stare senza evolvere, infilarmi in
situazioni, sfilarmi lasciando strascichi genuini,
buttarmi in nuovi canali, rivisitare stili folli mettendoci
il timbro dell’ORTO FOOD REVOLUTION!

Ovviamente non potrei,
sia a livello pratico che a
livello mentale gestire
tutto questo in solitaria.
Dietro ad Ortociclone ci sono
una serie di menti
e di mani che fanno la parte
dei pilastri portanti.

Come nelle “migliori” costruzioni
abusive, i tondini di ferro vengono
però lasciati più lunghi come
santa precauzione. Non si sa mai
che tra qualche tempo ci
venga voglia di costruire un altro piano!!
Ortociclone cerca sempre più luce,
spinge verso l’alto, verso il blu del cielo.

Immagina Ortociclone nella
tua realtà, chiamalo a
gran voce e fai un
tuffo in sapori da favola!